Atripalda Volleyball scatto salvezza, espugnato il campo dell’Aversa Normanna: 3 a 0

L’Atripalda Volleyball non sbaglia e dopo la vittoria della settimana scorsa contro Potenza piazza la seconda vittoria consecutiva, questa volta fuori casa, espugnando il Palatecfi di Giugliano contro l’Aversa Normanna. Il risultato netto non deve ingannare perché i normanni hanno dato filo da torcere agli atripaldesi, soprattutto nel primo set, che però sono stati sempre concentrati nelle fasi calde della partita. Per la squadra di mister Colarusso evidentemente questa è stata la gara più bella della stagione superando le difficoltà per l’infortunio di Silvestri, sostituito egregiamente dal giovanissimo atripaldese Gerardo De Mattia. A risultare uno dei migliori è stato il libero Giovanni Iannotta che non ha ceduto un passo in difesa facendo registrare ottime percentuali sia in ricezione che in difesa. Ma quello che ha fatto la differenza è stato l’atteggiamento della squadra che era vogliosa di conquistare a tutti i costi i tre punti. A risultare il top scorer della serata è stato il solito Rescignano che ha totalizzato ben 14 punti. Buona la distruzione del gioco del palleggiatore Fiorenzo Colarusso che ha variato bene il gioco dando pochi punti di riferimento agli avversari. La formazione è partita con il solito sestetto iniziale con mister Colarusso che decide di rischiare il centrale Silvestri, dolorante, dall’inizio. Riconferma per Iannotta da libero titolare. Il primo set è molto equilibrato con le due squadre che lottano colpo su colpo ma il break decisivo sembra per Atripalda che si porta sul 24 a 22 ma Aversa non ci sta e riesce a raggiungere il pareggio ma i sabatini riescono a chiudere ai vantaggi con il punteggio di 26 a 24. Nel secondo set i biancoverdi sono più sciolti e dopo una prima fase di leggero equilibrio spiccando il volo con i colpi di Rescignano e Mitidieri ben supportati da Salerno, per i padroni non c’è nulla da fare che devono arrendersi con il punteggio di 25 a 18. Nel terzo set Aversa cerca di riaprire i giochi ma i sabatini non ci stanno e rimangono attaccati alla partita nonostanti evidenti errori arbitrali che in almeno tre circostanze favoriscono la squadra di casa. Nella fase calda del set i biancoverdi dimostrano di essere in serata positiva e conquistano il break decisivo e chiudono i conti con un muro di Cicatelli e un aces di Rescignano. Tre punti fondamentali per la formazione del presidente Angelo Spica che fa un bel balzo in classifica superando sia Ischia che Pozzuoli e attestandosi al nono posto allungando il divario dalla zona calda. Ora prima della pausa natalizia gli atripaldesi se la vedranno domenica prossima alla palestra comunale di Avellino contro la formazione pugliese della Libellula Tricase.